Riviera del Brenta - Dolo

Dolo nel '700, era il principale centro della Riviera del Brenta.
 Le attività erano legate all'acqua, in particolar modo con i mulini.
Oggi dei cinque mulini, ne rimane solo uno, di cui è visibile la ruota idraulica.

Il molino, oggi bar/ristorante.
Il molino di Dolo, sul retro.
La ruota del mulino.

Altro simbolo di Dolo è lo Squero, l'unico presente in Riviera del Brenta, a testimoniare l'importanza commerciale di Dolo.

Lo squero di Dolo

Veduta dello squero con il campanile della parrocchiale.
Altra parte interessante è la vecchia conca di navigazione, ormai interrata. Ne è stata conservata la forma e ci trovano ancora l'idrometro e un'iscrizione marmorea  del 1656 con indicati i pedaggi per le imbarcazioni in transito.

La caratteristica forma della conca di navigazione (ora interrata).
Le iscrizioni marmoree con i pedaggi e l'idrometro, vicine alla conca.
Particolare dei pedaggi per le barche in transito.

Particolare dell'idrometro.

Vista di Dolo dalla conca.
L'importanza di Dolo si può capire anche dai numerosi dipinti lasciati da artisti come Canaletto e il Guardi.
Qui sotto le porte di Dolo del Canaletto (1750 circa) e veduta Dolo del Canaletto (1730 circa).



Oggi è molto piacevole passeggiare nell'isola bassa di Dolo, cercando i segni del suo passato.
Il tutto reso piacevole dai locali che vi si trovano, dove prendere un gelato, un aperitivo, e/o mangiare. Consigliato in particolare nelle sere primaverili ed estive :)

Giorno di mercato: venerdì mattina (Piazza Mercato).
Mercatino antiquariato: ogni quarta domenica del mese (esclusi luglio e agosto), isola bassa.

Link:
I molini di Dolo
Dolo lungo la Via Annia 

Gli altri post sulla Riviera del Brenta:

Commenti